Otto vittorie consecutive e uno Scudetto che, adesso, sembra assolutamente alla portata. Possiamo sintetizzare così il momento della Virtus Bologna, oggi impegnata in gara-3 delle finali di Lega Basket contro l’Olimpia Milano (ora di inizio alle 20:45). Il match è il primo della serie che si terrà in terra emiliana, al PalaDozza di Bologna, dopo i due successi consecutivi della Virtus. Ricordiamo che le finali scudetto si giocano al meglio delle sette gare: in caso di doppio successo casalingo sarà successo bolognese, un’opportunità d’oro per gli uomini di Djordjevic. Occhio all’orgoglio di una Olimpia Milano apparsa stanca dopo le fatiche di Eurolega ma capace di rimonte insperate grazie ad un roster di qualità e decisamente lungo.

Come nei precedenti due match, la Virtus Bologna si affida anche questa sera sul talento immenso di Milos Teodosic: nel primo match, il playmaker serbo ha realizzato il record societario di triple in un impegno play-off; grande prova del classe ‘87 anche nel secondo atto della serie, con grandi giocate e altre “bombe da tre” che hanno tagliato le gambe a Datome e compagni. Nel quintetto emiliano occhio, ovviamente, anche all’altro ex NBA Marco Belinelli (ad intermittenza nelle prime due sfide, ma sempre protagonista di giocate decisive). A completare la formazione base Markovic, Ricci e Gamble, con Weems, Hunter e un ispiratissimo Pajola fondamentali in ottica rotazioni.

Serve una reazione immediata all’Olimpia Milano di coach Ettore Messina, che anche oggi si mette nelle mani del playmaker spagnolo Sergio Rodriguez. al suo fianco Shavon Shields (in ripresa in gara-2 con 16 punti realizzati), il solito Kevin Punter, Leday e il difensore Kyle Hines.