Gli Utah Jazz vogliono confermarsi ancora i più forti del gruppo ovest, ma occhio all’orgoglio e all’imprevedibilità dei Los Angeles Clippers. I due quintetti si sfidano questa notte (ora di inizio alle 4:00 italiane) per il primo atto delle semifinali di Western Conference. A confronto due squadre che vogliono continuare a fare la voce grossa: da un lato Utah reduce dal netto 4-1 contro i Memphis Grizzlies (nel segno di quattro inequivocabili vittorie di fila); dall’altro lato i Clippers che hanno avuto la meglio solo in gara-7 sui Dallas Mavericks del fenomeno Luka Doncic. I due quintetti sono alla quinta sfida stagionale: avanti nettamente gli Utah, vittoriosi in quattro occasioni ma sconfitti nell’ultimo confronto del 20 febbraio scorso (Clippers avanti 116-112 con una grande prova del solito Leonard).

In casa Utah riflettori puntati sulla guardia Donovan Mitchell, protagonista in questa post-season con una media di 28 punti e 6 assist a partita. Occhio anche al pivot francese Rudy Gobert, re dei rimbalzi (13 in media a partita) ed efficace anche sotto canestro come testimoniano i 23 punti messi a referto nell’ultimo match contro Memphis. In ottica assist riflettori su Mike Conley, affiancato poi da Jordan Clarkson, Bojan Bodganovic e altri elementi fondamentali come Royce O’Neale (il più utilizzato in questi play-off) e Joe Ingles.

Tanti fuoriclasse anche in casa L.A. Clippers. Uno su tutti: Kawhi Leonard, top player che in questi “spareggi nobili” si sta facendo apprezzare con una media di 32 punti, 5 assist e 8 rimbalzi a partita. L’altro uomo in più dei losangelini è Paul George, molto prolifico sotto canestro (24 punti per lui) ma fondamentale soprattutto in ottica rimbalzi e assist (con medie di 9 e 6 a partita). A completare il quintetto base ecco Reggie Jackson, Marcus Morris e Nicolas Batum. Senza il pivot Serge Ibaka (ancora alle prese con un infortunio alla schiena), in ottica rotazione i Clippers si affideranno a Rajon Rondo, Terance Mann e al centro Ivica Zubac.