Tra Verstappen e Hamilton spunta Leclerc. Sul circuito di Baku, in Azerbaigian, il pilota della Ferrari centra un’altra pole position dopo quella di Montecarlo. La seconda di fila, ed è sicuramente un bel segnale per i tifosi del Cavallino. La Ferrari c’è. Leclerc c’è. E ha voglia di dimostrarlo, dopo la beffa in casa. Sì, perché Charles era riuscito a staccare tutti in qualifica, salvo poi ritirarsi prim’ancora di partire a causa di un problema al cambio.

 Quindi, Sainz, che ha chiuso le prove del sabato con un incidente (quinto tempo), ma che arriva dallo splendido secondo posto nel Principato. “Pensavo che non fosse un gran giro, perché ho commesso degli errori. Poi ho avuto una grande scia che mi ha aiutato. Sono molto felice” ha commentato Leclerc. Alle spalle del talento della Ferrari i due rivali per il titolo: partirà dalla seconda casella Lewis Hamilton, dalla terza Max Verstappen.

La situazione. La precedente corsa sul circuito di Montecarlo ha fatto segnare il clamoroso sorpasso di Verstappen ai danni di Hamilton. Altro che fuga: l’olandese figlio d’arte della Red Bull ha dimostrato di volere fortemente il Mondiale. È pronto a spodestare il re, che nel Principato ha chiuso soltanto al settimo posto. Insomma, le convinzioni della Mercedes e del sette volte campione del mondo scricchiolano, vacillano. Verstappen guida la classifica del Mondiale di Formula 1 con 105 punti, a +4 sul pilota britannico. Sarà un testa a testa avvincente, appassionante. Dietro di loro, il vuoto. Lando Norris, infatti, occupa il terzo posto con 56 punti, poi l’altra Mercedes di Bottas a 47 e l’altra Red Bull di Sergio Perez a 44. Altrettanto equilibrata la classifica costruttori con la Red Bull in vetta a 149 punti, uno in più della Mercedes.