Una prova d’orgoglio, per conquistare i primi punti nel torneo e abbandonare la coda della classifica. Questo l’obiettivo dell’Italia, oggi in campo contro la Bulgaria per il quarto impegno di Nations League maschile. Gli azzurri scenderanno in campo alle 16:30, in quel di Rimini, e dovranno mettersi alle spalle le tre sconfitte consecutive contro Serbia, Slovenia e Polonia. Dall’altro lato, la Bulgaria è confortata dall’unica vittoria contro l’Australia e dal punto conquistato contro la Germania al termine di un combattuto 3-2 a favore dei tedeschi. Obiettivo dei bulgari, conquistare un’altra vittoria al cospetto di un’Italia senza big: i vari Zaytsev, Juantorena e Lanza sono infatti in ritiro a Roma per preparare al meglio le Olimpiadi di Tokyo in programma questa estate.

Non si tratta della prima gara tra le due squadre, che negli ultimi nove anni si sono incontrate per la bellezza di dieci volte: precedenti nettamente a favore dell’Italia, sconfitta in sole due occasioni e vincitrice nelle altre otto (l’ultima il 3-1 del settembre 2019, in occasione dei campionati Europei). Tradizione a favore degli azzurri, che però oggi dovranno affidarsi su “seconde linee” come il giovane classe 2000 Mattia Bottolo, schiacciatore grande protagonista in questa stagione con il Padova. Occhio poi all’altro talento Alessandro Michieletto e il centrale di Treviso Lorenzo Cortesia.

La Bulgaria è sestetto quadrato, reduce dall’incredibile maratona contro la Germania: dopo 2 ore e 40 di gara, i bulgari guidati da Silvano Prandi si è arreso alla Germania guidata dall’altro italiano Andrea Giani. Riflettori puntati su Cvetan Sokolov, opposto della Dinamo Mosca con una lunga esperienza nella Lube Civitanova.