L’Italia senza big e imbottita di giovani atlete non vuole fermarsi più. Dopo le due vittorie consecutive contro Corea del Sud e Germania, le ragazze guidate da coach Bregoli se la vedranno questa sera contro gli Stati Uniti primi in classifica. Il match, valevole per la nona giornata di Nations League Women, è in programma questa sera a Rimini con ora di inizio alle 21:00.

Tra le azzurre riflettori puntati su una Camilla Mingardi in grande spolvero: la classe ’97, schiacciatrice della UYBA, è stata protagonista con la bellezza di 21 palloni vincenti nel netto 3-0 di ieri contro la Germania. Difficile trovare un elemento di spicco in una corazzata come gli USA, capaci di vincere otto partite su otto in questa edizione della Nations League: se proprio dobbiamo trovare un simbolo, impossibile ignorare il capitano Jordan Larson, schiacciatrice con un lungo passato tra Russia e Turchia con le casacche di Dinamo Kazan ed Eczacibasi.

L’Italia si presenterà oggi in campo con lo stesso sestetto che ha superato agevolmente la Germania e che si è messa alle spalle il difficile inizio nel segno di sei sconfitte consecutive. Con la Mingardi c’è Bosio in diagonale, centrali Bonifacio e Mazzaro, schiacciatrici Guerra e D’Odorico, mentre ad agire da libero ci sarà Fersino. Tra le seconde linee, occhio ad Anastasia Guerra: per la schiacciatrice classe ’96, l’anno prossimo in forza alla Wealth Planet Perugia, sono dieci i punti messi a referto contro le tedesche. Gli Stati Uniti guidati dal coach Karch Kiraly dovrebbero presentarsi dal primo minuto con Larson e Bartsch-Hackley sulle diagonali, Washington e Ogbogu centrali, Wong-Orantes libero, Hancock e Thompson.

Le due nazionali si sfidano per l’ottava volta negli ultimi cinque anni: quattro vittorie per le americane, tre per le italiane, ultima il 3-1 nella coppa del Mondo nell’ottobre 2018. Ma quella era un’altra Italia, nel segno di big come Egonu e Fahr.