Quel “sorry guys” lanciato al team radio appena fatta la frittata ha fatto il giro del mondo, non fosse altro che Lewis Hamilton, riconosciuto per il talento alla guida, errori del genere in carriera non ne aveva mai commessi. C’è però sempre una prima volta, e per Hamilton quella prima volta è stata il gran premio di Baku. “Ho schiacciato un interruttore errato in curva 1, quindi sono andato dritto. Mi dispiace molto per i ragazzi e le ragazze della squadra. Non avevo neanche idea di aver toccato l’interruttore” la spiegazione di quanto accaduto data dal campione britannico in una intervista rilasciata a Sky Sport UK. 

Ora c’è una settimana di sosta per la Formula 1, visto che il gp del Canada è stato cancellato e Hamilton sfrutterà questo tempo per comprendere insieme ai meccanici come mai la Mercedes è apparsa così indietro rispetto alle Red Bull in Azerbaigian. Si ritornerà in pista nel week end che va dal 18 al 20 giugno con il go di Francia, settima tappa del mondiale. Venerdì 18 due sessioni di libere, la prima in programma alle 11:30, la seconda alle 15:00. Sabato 19 terza sessione di libere alle 12:00, mentre le qualifiche inizieranno alle 15:00. Domenica 20 giugno infine la gara, con il semaforo verde che scatterà alle 15:00. 

Il rammarico per la figuraccia rimediata a Baku però pesa. Soprattutto perché Hamilton avrebbe avuto una occasione unica per allungare in classifica piloti su Max Verstappen, uscito a cinque giri dal termine a causa di un incidente. “Naturalmente è un’esperienza piuttosto umiliante – ha proseguito il campione della Mercedes – perché abbiamo lavorato duramente per tornare nella top ten e ho messo tutto in gioco ma alla fine ho perso”.