Karim Benzema sarà al centro dell’attacco della Francia ad Euro2020. Una notizia che dovrebbe essere quasi scontata considerato il valore dell’attaccante, da diversi anni unico vero insostituibile del reparto offensivo del Real Madrid, non propriamente una squadra “conservatrice” come suggerisce la storia del calciomercato. Eppure la convocazione di Benzema per Euro2020 fa discutere. 

Il commissario tecnico, Didier Deschamps, in questi anni lo aveva infatti escluso in maniera sistematica dalle convocazioni per una brutta vicenda risalente al 2015 che diede vita ad uno scontro aperto fra i due. Autore fino a questo momento di 22 gol nella Liga, uno in Supercoppa spagnola e 6 in Champions League, Benzema si candida a comporre un tridente offensivo da sogno (per i francesi) con Antoine Griezmann (19 gol stagionali) e soprattutto Kylian Mbappé (ben 41 gol all’attivo). A contendere il posto di terminale offensivo a Benzema sarà Olivier Giroud, giocatore forse non altrettanto prolifico in zona gol, ma amato dagli allenatori per la sua capacità di mettersi al servizio della squadra. 

Quasi 6 anni di “esilio”, dunque, devono essere stati considerati abbastanza da Didier Deschamps, se è vero che il commissario tecnico ha deciso di mettere da parte il risentimento e di convocare l’attaccante di origini algerine. Interpellato sulle motivazioni della sua scelta, Deschamps ha spiegato: “Nessuno ha la capacità di tornare indietro nel tempo, ma ciò che conta è l’oggi e il domani. Per arrivare a questa decisione c’è stato un passaggio molto importante: io e Karim ci siamo incontrati, abbiamo parlato a lungo, e dopo ho deciso di convocarlo. Non rivelerò una sola parola della nostra discussione, non ce n’è bisogno. Sono sempre andato oltre le cose personali, anche perché la Nazionale francese non mi appartiene, pur essendo consapevole delle mie responsabilità come c.t. Penso di aver fatto la scelta di convocare Benzema per il bene della Francia, sarà una squadra migliore con lui”. 

La qualità di Karim Benzema aiuterà la Francia ad affrontare un Euro2020 ricco di insidie. Il torneo, in programma dall’11 giugno all’11 luglio, vede i galletti impegnati in uno dei gironi a più alto tasso tecnico del torneo: il Gruppo F. I transalpini affronteranno il 15 giugno all’esordio la Germania in un grande classico del calcio europeo, poi il 19 giugno l’Ungheria e infine, il 23 giugno, il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Agli ottavi di finale accedono le prime due classificate di ogni girone più le quattro migliori terze, selezionate in base ad un criterio che privilegia, nell’ordine, numero di punti, differenza reti, gol segnati, vittorie, fair play e posizione di classifica nelle qualificazioni europee. Arrivare primi nel girone è sempre importante, ma a maggior ragione nel raggruppamento della Francia; la meglio classificata nel Gruppo F, infatti, affronterà agli ottavi la migliore terza fra i gironi A (Italia, Turchia, Galles  e Svizzera), B (Danimarca, Finlandia, Belgio e Russia) e C (Olanda, Ucraina, Austria e Macedonia). La decisione di Deschamps di reintegrare Benzema aiuterà la Francia ad Euro2020? Sarà lui l’attaccante titolare dei Blues? 

News.winbet.it vi offrirà tutte le notizie in tempo reale sul Gruppo F e gli aggiornamenti in tempo reale di Euro2020. Collegandovi al sito troverete le ultime novità, statistiche, notizie, notizie di calciomercato e aggiornamenti in tempo reale sulla squadra.