L’attesa è terminata. La Ferrari presenta la monoposto che proverà a ritornare ad essere protagonista in Formula 1. Si chiama SF21 la vettura che la casa italiana affiderà a Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr. Rossa con tocchi di amaranto nel retrotreno, in omaggio alla livrea celebrativa presentata a Mugello, con un pizzico di verde sulla livrea. Da venerdì a domenica sarà subito in pista, per i test sul circuito di Sakhir, in Bahrein. 

I progettisti assicurano che sono stati compiuti progressi notevoli nella potenza della power unit e nella penetrazione aerodinamica. Sono state apportate modifiche anche al retrotreno e alle pance laterali. “ In ogni caso, le novità sono ben più profonde di quanto atteso alla vigilia e riguardano anche il musetto della monoposto, spesso criticato nella passata stagione per la sua abbondanza, e oggi decisamente più in linea con quello delle concorrenti. 

L’obiettivo conclamato è di migliorare le prestazioni ed aumentare la velocità, provando a colmare il divario dalla Mercedes, che ha dominato in lungo e in largo negli ultimi anni. Non sarà facile, come ha spiegato anche Mattia Binotto. Ma nemmeno impossibile, se le migliorie saranno funzionali allo sviluppo della vettura. Sarà soprattutto l’alchimia che si creerà tra Leclerc e Sainz a dettare il successo della Ferrari edizione 2021. Le sensazioni iniziali sono buone, come ha tenuto a sottolineare anche il DT Laurent Mekies: “Leclerc-Sainz, il loro rapporto è un buon inizio per la stagione. La loro energia sarà fondamentale”. 

Le prime indicazioni arriveranno dai test in Bahrein, che anticipano di due settimane l’inizio ufficiale della stagione, fissato sempre sul circuito di Sakhir il prossimo 28 marzo.