Luna Rossa continua a far sognare gli italiani e tutti gli appassionati di Vela: serie sul 3 a 3 contro Team New Zealand e adesso, quando mancano quattro vittorie ad entrambe le imbarcazioni per mettere le mani sulla Vecchia Brocca, tutto può succedere. Ancora una volta, com’era accaduto in gara-3, sono gli azzurri a portarsi in vantaggio. Decisiva si conferma la partenza, con i timonieri James Spithill e Francesco Bruni che sul campo di regata A guadagnano subito 200 metri sui Kiwi e riescono a gestire il vantaggio fino all’arrivo, chiudendo con un gap in proprio favore nell’ordine dei 18 secondi.

Un successo, quello ottenuto nella quinta regata, che in un primo momento porta i sostenitori del Team Prada Pirelli a sognare il break: per la prima volta dall’inizio della serie, grazie ad una tattica impeccabile, un’imbarcazione entrata nella zona di pre-start con le mure a dritta è riuscita infatti ad imporsi sull’altra. In gara-6, però, la reazione maori è veemente: la flotta di Peter Burling con Te Rehutai arriva con i tempi perfetti sulla linea virtuale di partenza, mentre Luna Rossa incappa in un salto di vento e non riesce ad alzarsi sui foil. Il risultato è una vittoria netta dei neozelandesi, giunti al traguardo con un minuto e 41 secondi di vantaggio sul sodalizio del patron Patrizio Bertelli, un’eternità. 

Dopo 6 regate nella baia di Auckland è ormai chiaro che l’imbarcazione più veloce sia quella dei Kiwi, ma Luna Rossa sopperisce con sapienza tecnica e tattica. Appuntamento dunque con gara-7 e gara-8 nella notte di domenica, a partire dalle 4:00 italiane: chi dovesse riuscire ad infilare un doppio successo potrebbe davvero rompere definitivamente gli equilibri e mettere un’ipoteca sul torneo sportivo più antico al mondo.