Week end disastroso per la Petronas a Barcellona. Sul circuito di casa, la scuderia di Rossi e Morbidelli ha conquistato appena un nono posto. Out Valentino Rossi, caduto a otto giri dal termine in curva 10 ma comunque mai in gara, nonostante nel week il pilota pesarese avesse dimostrato di poter essere competitivo. “Quando ti manca così tanta velocità di punta e non sei velocissimo nelle prime fasi di gara, è impossibile avere l’ambizione di lottare. Questo piazzamento era il massimo che potevo ottenere oggi” ha spiegato a fine gara un deluso Franco Morbidelli. 

Deluso ovviamente anche Valentino Rossi. La caduta in curva 10 ha vanificato i progressi fatti registrare nel week end dalla moto del Dottore. Il punto è che la Petronas, al momento, sembra andare meglio sul giro lanciato che in gara, anche se il vero tallone d’Achille della scuderia è la velocità massima, decisamente più inferiore delle altre moto impegnate nel motomondiale. E’ stata una gara negativa, ci aspettavamo di andare bene – ha commentato Rossi a Sky Sport – invece ero in difficoltà fin dai primi giri. Con queste condizioni la gomma sale di temperatura e comincia a vibrare. Era difficile guidare. Alla fine mi sono anche steso, ma la mia gara era già compromessa. Mi aspettavo di più. E’ stato strano, perdevamo 6-7 decimi al giro e non sappiamo perché”.  

La moto gp riaccenderà i motori nel week end che va dal 18 al 20 giugno per il gran premio di Germania, che si svolgerà sulla pista del Sachsenring, storico circuito di 3,7 chilometri e 13 curve (10 a sinistra, 3 a destra), con un rettilineo di 700 metri. Venerdì 18 prime due sessioni di prove libere, con orario d’inizio fissato alle 9.55 e alle 14:10. Sabato 19 terza sessione di libere alle 9:55, poi le qualifiche, con inizio fissato alle 13:30. Domenica 20 infine la gara, che prenderà il via alle 14:00.